Nativi. Sulle tracce dei popoli delle Grandi Pianure.

IMG_20160109_185355Giusto un paio di settimane fa sono stata a vedere una mostra molto interessante a Cecina (LI).
Già scoprire che Cecina oltre ad essere luogo di vacanza sulla costa, ospita mostre così ben realizzate e su argomenti anche poco affrontati, è stato una sorpresa.
La Fondazione Geiger, che ha sede in una delle piazza principali di Cecina, mi aveva sempre attirato per le sue mostre, ma essendo in un posto vicino alla costa, io spesso andavo lì per stare sulle spiagge vicine e non per gite culturali.

Stavolta però, data la mia passione per i popoli Nativi Americani, che sono i maggiori responsabili della scelta degli studi universitari, non ho voluto perdere l’ennesima occasione di visitare questa piccola, ma ben organizzata mostra.

All’ingresso vi accoglieva Cavallo Pazzo, di cui in realtà conoscevo ben poco la storia, dato che il mio mito da piccola era Toro Seduto, di cui al piano di sopra si poteva ammirare una delle foto più famose e belle.
La mostra era di facile fruizione, ben organizzata, ben raccontata. Si parla di popoli le cui radici, tradizioni e credenze sono state martoriate, distrutte e poi ricercate, studiate, documentate. Non è facile mantenere un tono che non diventi patetico in un percorso del genere e questo è tutto merito dei curatori della mostra.

Al piano terra c’erano manufatti vari, utensili, armi, vestiti e si affrontavano gli aspetti religiosi, politici, culturali dei popoli delle Pianure.
Al piano di sopra, oltre ad una sezione in cui si parlava di come erano stati dipinti nella storia del cinema, c’erano delle foto magnifiche.
Alcune di esse le avevo già viste, grazie ad Emanuela, che per un Natale mi aveva regalato un libro fotografico di Edward S. Curtis, uno dei principali fotografi dei popoli nativi americani.
Altre fotografie, come appunto quella di Toro Seduto, le avevo viste solo sui libri che ho letto da piccola su queste popolazioni.
E’ stato un percorso affascinante, che mi ha fatto tornare indietro di circa 18 anni (ecco, adesso che ho fatto il conto mi sento veramente vecchia!), quando leggevo leggende, vite di grandi capi, libri storici e rituali su questi popoli.
La mostra termina il 14 febbraio, quindi ancora c’è modo di visitarla. E’ gratis e fornisce tante informazioni interessanti e spunti di riflessione!

Nativi. Sulle tracce dei popoli delle Grandi Pianure
Dal 5 dicembre 2015 al 14 febbraio 2016
Sala Espositiva della Fondazione Culturale Hermann Geiger
Piazza Guerrazzi 32, Cecina (LI)
Apertura: tutti i giorni, dalle 16 alle 20
Ingresso libero
Per informazioni: info@fondazionegeiger.org / 0586 635011